Bandiera Italiana

Contenuto del sito:


Bandiera inglese

This page is available also in English

Informazioni sul prodotto

L'oro colato di mommio castello è ottenuto da olive della qualità Frantoio, Moraiolo, Leccino e Maurino.

Le diverse varietà di olivo non maturano contemporaneamente. La raccolta perciò è regolata tenendo conto delle caratteristiche che presentano le varietà coltivate.

La qualità dell'olio presenta differenze notevoli in relazione ai diversi stadi di maturazione nei quali le olive sono raccolte. La massima quantità d'olio si ottiene quando le drupe sono ben mature.

Primo Premio Miglior Olio Nuovo 2009
Primo Premio Miglior Olio Nuovo 2009

 

Articolo Data
La Nazione - Rassegna dell'olio. Tradizioni da rilanciare 17-11-2009
Il Tirreno - L'olio più buono? A Mommio Castello 20-11-2009

Per la produzione de l'oro colato di mommio castello, anche se si deve rinunciare ad una maggior quantità, si preferisce anticipare la raccolta, sia perchè le olive che restano a lungo sulla pianta possono venir danneggiate dagli agenti atmosferici, ma sopratutto perchè l'intensità del profumo fruttato, l'equilibrio aromatico e la freschezza, risultano di gran lunga migliori.

La raccolta delle olive

La raccolta delle olive, viene eseguita per "brucatura" a mano, oppure per pettinatura, facendo cioè passare sui rami un pettine pneumatico che provoca il distacco dei frutti.

Per l'oro colato di mommio castello non vengono mai utilizzate olive che cadono dagli alberi in modo spontaneo.

"Bacchiatura"
Pulizia delle olive dalle foglie


Scelta delle olive

Entro massimo 8 ore dalla raccolta, le olive vengono avviate al frantoio. Molto, molto prima cioè che possa iniziare qualunque processo di fermentazione.

All'Azienda Agricola DEL BORGO è in funzione un moderno frantoio a ciclo continuo, rigorosamente a freddo, della capacità di 50 Kg/h.

E' qui che si compie il nobile destino delle nostre olive, è qui che offrono generosamente il loro tesoro, l'oro colato di mommio castello.

Estrarre il succo dalle olive è un procedimento delicato, che necessita di esperienza, attrezzature apposite e scrupolosissima igiene.

L'oro colato di mommio castello, viene in seguito fatto passare attraverso spessi fogli di cellulosa e filtrato, acquistando un bell'aspetto limpido e trasparente. Alcuni produttori preferiscono lasciare l'olio mosto, cioè nelle condizioni in cui si trova dopo la molitura e la centrifugazione.

La nostra esperienza ci insegna che è preferibile filtrarlo, così da togliere quelle impurezze che in breve tempo possono alterare quell'equilibrio di condizioni acido-organolettiche, che sono la caratteristica peculiare del migliore olio.


Molitura

Appena fatto, l'olio è "nuovo", con il gusto molto caratteristico che si definisce "pizzicorino", l'aroma è fragrante e deciso. Nei mesi successivi il sapore si addolcisce e perde di intensità.

La conservazione avviene in luogo asciutto, aerato e buio. L'olio viene messo in contenitori di acciaio inossidabile e mantenuto a temperatura costante di 13-15° C.

Il processo di lavorazione appena descritto è quello che dà come risultato l'oro colato di mommio castello.

Commercialmente e sull'etichetta della confezione, viene definito genericamente olio extravergine di oliva, perchè la legge stabilisce che in questa categoria vengano classificati tutti gli oli di oliva con acidità inferiore all'1%.

L'oro colato di mommio castello, ha però fatto registrare dei valori molto, ma molto inferiori. Tanto per citare le ultime due raccolte, i valori sono stati i seguenti:

- raccolta 1997

0,28% di acido oleico

- raccolta 1998

0,33% di acido oleico

- raccolta 1999

0,37% di acido oleico

- raccolta 2000

0,28% di acido oleico

- raccolta 2001

0,26% di acido oleico

- raccolta 2002

0,28% di acido oleico

- raccolta 2003

0,32% di acido oleico

- raccolta 2004

0,19% di acido oleico

- raccolta 2005

0,26% di acido oleico

- raccolta 2006

0,28% di acido oleico

- raccolta 2007

0,18% di acido oleico

- raccolta 2008

0,15% di acido oleico

- raccolta 2009

0,25% di acido oleico